Stampace

Ogni tanto leggo sulla stampa locale che Cagliari è diventata capitale di qualcosa: pare che negli ultimi mesi sia diventata anche capitale dello sport. Sinceramente ritengo poco interessante parlare di etichette, il più delle volte posticce, e ritengo che l’attenzione debba essere rivolta soprattutto agli aspetti pratici, come la situazione dei nostri impianti sportivi, la possibilità economica per i nostri ragazzi di accedere effettivamente alla pratica dell’attività sportiva e, anche se dovrebbe essere banale, il ruolo della scuola nel percorso di avviamento e di educazione ai valori dello sport. A questo proposito, mi permetto di ripescare una proposta il cui copyright non è mio, ma dell’ex consigliere ed assessore Ettore Businco: i playground in città. Ero presidente della Circoscrizione n. 1 (centro storico) e lui era assessore quando mi chiese di fare un sopralluogo nei rioni per verificare la possibilità di indicare dei siti dove realizzare dei piccoli campetti di quartiere. Poi ci fu un cambio in giunta e l’idea finì in un cassetto. Tra i vari luoghi, indicammo anche quello nella foto: un’area, che credo sia ancora comunale, e che oggi viene utilizzata come parcheggio per le auto e come magazzino(?). Credo che riconquistare gli spazi, restituirli alla cittadinanza per un fine positivo sia uno dei primi comandamenti della buona amministrazione. Spero che qualcuno dalle parti di via Roma 145 raccolga il suggerimento: dieci ragazzini che rincorrono un pallone valgono molto di più di una targa ricordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.