Dopo anni di gestazione, finalmente il piano particolareggiato del centro storico ha visto la luce. E’ fondamentale considerarla non un punto d’arrivo ma un punto di partenza e, in molti casi, di ri-partenza per dare forma al futuro della nostra città e affrontare delle questioni rimaste irrisolte da troppo tempo. Per esempio, occorre avviare da subito una trattativa per rendere fruibile per la città l’area dell’ex casa circondariale di Buoncammino. Attualmente la struttura è occupata parzialmente da uffici. Si potrebbe pensare ad un accordo Stato-Regione-Comune di Cagliari per restituire effettivamente l’immobile alla città. Non è semplice ma è possibile raggiungere questo traguardo se la materia verrà trattata nelle sedi istituzionali e non più solo sui media o durante i convegni, come avvenuto negli anni passati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.