Roma, 3 dic – “E’ andata al di là delle previsioni. Davvero una bella giornata. La sinistra, che pensa di avere il monopolio delle piazze, adesso si è dovuta ricredere”. Così il presidente di Alleanza nazionale, Gianfranco Fini, ospite del programma televisivo ‘In mezz’ora’, in onda su Raitre, esprime la sua soddisfazione nel day after della manifestazione della Cdl contro la Finanziaria, con due milioni di persone – secondo le stime del comitato organizzatore – scese in piazza a protestare. “Prodi ha una faccia tosta impagabile – argomenta il leader di An ai microfoni di Lucia Annunziata -. Se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo. Dice di tenere conto degli interessi di tutti gli italiani… Ma si metta una maschera e esca in incognito, vada in un bar a sentire gli italiani: non ce n’è uno che si riconosca nella finanziaria. La stagione di questo governo, cominciata con le elezioni del 9 aprile, è già finita. Lo si capisce sentendo i commenti degli esponenti del centrosinistra in Parlamento: in privato dicono cose peggiori di quelle che diciamo noi. Che poi cada oggi, domani, o tra qualche mese questo attiene ai tempi della politica, ma il dato è scontato”. “Il centrosinistra – spiega Fini – è in crisi perché sta perdendo il consenso dei moderati. L’impronta della sinistra radicale è sempre più evidente sulla maggioranza. Il governo non dura perché, a forza di tirare, la corda prima o poi si rompe: o i riformisti della maggioranza emarginano la sinistra radicale o stavolta la crisi sarà al centro. D’altra parte, abbiamo il governo più di sinistra d’Europa”. Il presidente di An aggiunge anche: “Chi nel centrodestra lavora contro Berlusconi, lavora in favore del centrosinistra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.