Follini e Prodi, uniti finchè poltrona non vi separi! Questa potrebbe essere la formula per celebrare il primo dico della stagione prodiana al governo. Quali sarebbero le ragioni programmatiche e politiche dell’adesione di Follini alla maggioranza non ci è dato di sapere e nulla copre la certezza che ad unire la coppia sia solo la brama di poltrone. Indietro tutta, quindi: l’Italia torna ai governi deboli e alle formule buone per tutte le stagioni per celare quello che è solo attaccamento al potere. Sui giornali ricompaiono espressioni e metodi che speravamo di avere archiviato insieme alla cosiddetta “Prima Repubblica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.