FINANZIARIA: FINI, NEPPURE GOVERNO SA PIU´ A QUANTO AMMONTA
Col collegato fiscale si realizza una sorta di ´grande fratello´
Larghe intese? Essenziale che cada governo Prodi

Campobasso, 28 ott. – Alla base dell´attuale legge finanziaria c´è una “scelta incomprensibile perché, anziché dare vita ad una legge di bilancio leggera da 13-14 miliardi, il governo ha fatto una Finanziaria da 35-38-40 miliardi di euro. Questo vuol dire che non sanno piú nemmeno loro a quanto ammonta esattamente”. Gianfranco Fini, parlando da Campobasso in occasione di un comizio elettorale, ribadisce il suo giudizio negativo sulla Finanziaria del governo Prodi e soprattutto sui suoi principi ispiratori.
“E´ una Finanziaria molto pesante – dice – nei confronti dell´imprenditoria e soprattutto perché non è vero che i conti, quando sono arrivati al governo, fossero fuori controllo”.
A chi dice come Fassino che ´il Paese è in ginocchio´, Fini oppone il maggior gettito fiscale “dovuto alla riforma delle aliquote fatta da Tremonti e che ha determinato un´inversione di tendenza. La sua è propaganda dozzinale. Nei primi sei mesi del 2006 e quindi con l´attuale governo – osserva – il gettito fiscale ha fatto registrare 8 miliardi di aumento rispetto a quello precedente. Questa è la conferma che con le aliquote della riforma Tremonti le cose sono cambiate”.

Rispondendo ad una domanda sull´idea che la finanziaria rappresenterebbe, a detta di Silvio Berlusconi, una schedatura degli italiani, Fini invece ha dichiarato: “Ci sono delle norme per le quali si realizza una sorta di grande fratello, di grande occhio che controlla tutti i movimenti bancari italiani”. Secondo il leader di An tale situazione si evidenzia “non tanto nella Finanziaria quanto nel collegato del decreto fiscale che è stato approvato con il voto di fiducia l´altro ieri”.
“Ci sono delle norme – ha spiegato – per le quali si realizza una sorta di grande fratello, di grande occhio che controlla tutti i movimenti bancari italiani. Va ricordato che c´è una norma assurda che impedira´ di pagare in contanti e quindi parlare di schedatura non e´ certamente eccessivo”.

Sull´eventualità di larghe intese Fini ha ribadito che per An “tutto quello che è relativo a ciò che bisognerà fare quando sarà caduto Prodi è visto con grande attenzione, perché è essenziale che cada il governo Prodi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.