A poco più di una settimana dal voto, il candidato alla carica di sindaco, Gianmario Selis, non ha ancora spiegato ai Cagliaritani cosa vorrebbe fare per la nostra città: finora ha pronunciato solo insulti gratuiti nei confronti del centro-destra ed un elenco dei problemi della città. Forse ce lo spiegherà meglio Giobbe Covatta, in arrivo in città per supportare la campagna dell’Ulivo, che negli ultimi tempi ha affidato ai comici, agli attori ed ai registi “impegnati” la spiegazione dei propri programmi. Poichè, a differenza dei nostri avversari, che spesso hanno espressioni un pò indelicate nei confronti di chi fa parte del centro-destra, siamo convinti che anche a sinistra ci siano persone capaci di governare la città, non vorremmo che l’arrivo del comico preceda, in caso di vittoria, l’assegnazione allo stesso di un assessorato, seguendo la tendenza “soriana” a reperire il collaboratori fuori dalla Sardegna, in spregio alla “parabola del panino sardo” che il presidente della Regione ci narrò durante la campagna elettorale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.