Fassino cerca di distogliere l’attenzione da sé, puntando il dito contro il centro-destra per la vicenda definita “spy-story”.Con tanta enfasi ha detto: “C’è del marcio a destra!” Mentre il ministro Storace ha rimesso, dando una lezione di stile a tutti, il proprio mandato, il leader DS, coinvolto nella vicenda delle intercettazioni telefoniche della UNIPOL, ha subito gridato al complotto e si è ben guardato dal dimettersi dai suoi incarichi. Ma non avevano piena fiducia nella magistratura?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.