Vittorio Feltri è stato condannato per avere pubblicato i nomi di un personaggio coinvolto nei dossier Mitrokin: una pena sicuramente spropozionata, che pone ancora una volta in evidenza la necessità di depenalizzare i reati a mezzo stampa. Per chi volesse manifestare solidarietà al direttore di “Libero”, ecco l’indirizzo e-mail del giornale:
redazione@libero-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.