Durante una stagione in cui pare aperta la caccia agli assessori, una vera e propria moda sembra l’attacco al nostro Giorgio Pellegrini, tanto che suggerirei alla stampa di aprire un’apposita rubrica, che potrebbe essere chiamata “L’angolo di Giorgio”. Anche questa mattina tra le segnalazioni al cronista viene inserita una lettera di protesta di un cittadino che lamenta la cattiva gestione – a suo dire- degli eventi culturali. Chiede il lettore per quale motivo Cagliari non organizzi delle manifestazioni importanti come quella del MAN di Nuoro. Chiede, inoltre, il motivo per cui non sia stata finanziata la manifestazione “Sardegna Arte Fiera”, svoltasi allo stabilimento “Il Lido”. Mi sembra alquanto azzardato parlare da un lato di “importantissimi eventi” e dall’altro richiamare una mostra che, al di là delle buone intenzioni, non può essere considerata “da non perdere”, se non per parenti ed amici! Penso che questo chiarisca quale motivo stia sotto i tanti attacchi al nostro assessore: non una critica su scelte generali, che può essere sempre accettata, ma sempre e solo richieste inerenti al finanziamento di una particolare manifestazione. L’assessorato alla Cultura viene tempestato da richieste esose inoltrate da personaggi che solo perché imbrattano una tela in un sottano osano definirsi artisti, oppure da presidenti di comitati costituiti da saltimbanco (o, meglio, in banca!), le cui iniziative potrebbero bene inserirsi, confuse tra i fumi dei muggini arrosto della festa di S. Greca; da volenterosi, che pur in buona fede, meriterebbero al massimo un corso introduttivo all’arte. Spero di leggere ancora tante lettere di protesta come quella di questa mattina, perché significherebbe che al Comune di Cagliari c’è ancora un assessore che sa distinguere tra cultura ed intrattenimento di dubbio gusto, tra arte e “fai da te”. Mi sarebbe piaciuto in queste settimane sentire levarsi chiara la voce del sindaco a favore dell’assessore, almeno per ricambiare tutte le volte in cui Pellegrini ed Alleanza Nazionale hanno preso le sue difese in questi anni. Poiché sono sicuro che non mancherà occasione, dato che il movente di questi attacchi è evidente, attendiamo fiduciosi

3 pensiero su “Perchè qualcuno attacca l’assessore alla Cultura.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.