Passeggiando nel rione Marina, mi ritornano in mente i primi anni del mio mandato: il quartiere era ridotto ad una trincea, gli abitanti costretti a fare veri e propri percorsi di guerra perfino per andare a fare la spesa, lavori che sembravano non finire mai. Residenti e commercianti, giustamente, si lamentavano. Organizzammo anche un’affollata assemblea presso il teatro S. Eulalia, alla presenza dell’assessore ai Lavori Pubblici e dell’impresa che si era aggiudicata l’appalto. L’impegno preso fu quello di evitare in futuro questi enormi disagi: l’impegno è stato mantenuto ed ora i lavori del secondo lotto, che hanno seguito quelli del primo, stanno andando molto più speditamente. Il rione oggi è più fruibile: ha un nuovo sistema fognario, una nuova pavimentazione ed una nuova illuminazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.